Viaggiare e conoscere il mondo...

Essere una persona proprio in gamba, almeno in Italia, significa parlare di una persona forte, determinata che non si arrende di fronte alle avversità che la vita gli ha riservato. Partendo da questo presupposto nasce l’idea di questo blog che spero possa aiutare proprio le persone in gamba a prendere coscienza che i limiti sono fatti per essere affrontati e, perché no, superati. La chiave di tutto questo è l’informazione, sapere cosa bisogna affrontare per preparare le adeguate contromisure. Un esempio? Chi l’ha detto che per arrivare in capo al mondo è necessario avere due gambe?
Seguimi nell’esplorazione del mondo e convinciti di essere più forte delle avversità!
Il mio obiettivo

Dubbi o certezze?

Quale stato d’animo preferisci provare prima di partire per un viaggio?
Ogni volta che inizio a pianificare un viaggio lo faccio sempre cercando informazioni sulla fattibilità di visitare un luogo o sui problemi che potrei incontrare con la mia disabilità.
Spesso però la maggior parte delle risposte alle mie domande oscillano tra: “ho sentito dire che…”  o “potrebbe non essere un problema ma non ne sono certo…”  piuttosto che un lapidario “non lo so” e ora sono arrivato a un momento in cui ritengo necessario colmare questo vuoto di informazioni.
Io voglio certezze o comunque una visione chiara di ciò che mi aspetta e spesso le persone normodotate, anche in buona fede, non sono in grado di rispondere con precisione alle mie domande.
Partendo dal presupposto che forse gli occhi di un disabile, o comunque di una persona veramente attenta a certe problematiche possano accorgersi di una potenziale difficoltà, ho deciso mettermi in viaggio personalmente assegnando un voto a ogni luogo, struttura e attività svolta, cosicché altre persone con le mie difficoltà possano trovare la voglia di viaggiare.
Se con questo blog riuscissi a essere d’aiuto anche solo a una persona sarebbe per me un grosso traguardo.
Pronto?  Allora seguimi, perché viaggiare e conoscere il mondo è la cosa più bella che si possa fare.

Recensioni finalmente affidabili

Nessun nickname di dubbia veridicità che giudichi qualcosa, stavolta la faccia ce la metto io
Con tutto il rispetto dei siti che fanno del proprio cavallo di battaglia recensioni di utenti più o meno anonimi in queste pagine chi ho provato gli hotel, chi ha vissuto in prima persona un’esperienza o un’attività sono solo io e lo farò sempre nel modo più oggettivo possibile mettendo sempre in primo piano il mio handicap. Una cosa si può o non si può fare? Fidati di me che affronto la mia disabilità ogni giorno.
Barriere architettoniche dal grado di difficoltà nullo. Nessuna difficoltà per un portatore di handicap motorio grave o per una famiglia con passeggino al seguito.
Barriere architettoniche dal grado di difficoltà medio. Non a tutti i portatori di handicap motorio grave è garantita la fattibilità ed è suggerito non essere soli. Una famiglia con passeggino al seguito inizia a affrontare qualche difficoltà per il trasporto dello stesso.
Barriere architettoniche dal grado di difficoltà massimo. Gli ostacoli sono insuperabili od estremamente difficili. Autonomia nulla. E’ obbligatorio essere accompagnati. Ad una famiglia con passeggino al seguito è invece sconsigliato o addirittura proibito l’utilizzo dello stesso.
Barriere architettoniche dal grado di difficoltà scarso. Un portatore di handicap motorio grave sarà in grado di superarle in autonomia. Piccoli disagi per una famiglia con passeggino al seguito.
Barriere architettoniche dal grado di difficoltà elevato. Un portatore di handicap motorio grave piuttosto che una famiglia con passeggino al seguito troveranno difficoltà evidenti e la fattibilità del superarle non è più garantita. Fortemente consigliato non essere soli.

…un passo alla volta!

Lingua/Language : enEnglish esEspañol

Shares
Share This